Contrattazione

Ticket Restaurant

Ticket Restaurant

 

IL TRANELLO DEL QUESITO MINISTERIALE!!!!!!

 

Gent.mo Dott. Gianfranco Bernabei,

nell’incontro che le scriventi OO.SS. nella giornata di ieri 11 marzo hanno avuto con le S.V., si è delineato un quadro chiaro della vicenda, significando che Lei stesso ha condiviso i contenuti espressi in favore del riconoscimento del sacrosanto diritto a percepire il ticket restaurant da parte del personale dell’UPGSP, USI, DIGOS, Comm.to Due Torri San Francesco, Nucleo Scorte, peraltro già fruitori delle possibilità alternative, oggi sostituite interamente dal Buono Pasto del valore di 7 euro.

Il tutto, proprio perché ai suddetti operatori di polizia nelle fasce orarie 13:00/19:00 19:00/24:00 ed 08:00/20:00 sebbene ne maturino il diritto ad oggi non viene concessa la possibilità di richiedere il Ticket Restaurant, in applicazione della recente circolare del Capo della Polizia, ma vengono obbligati ad usufruire esclusivamente della mensa di servizio presso il VII Reparto Mobile.

Su un tema così importante ci saremmo aspettati unanimità di sostanza, più che di facciata, poiché ogni giorno che passa si concretizza un’ingiusta penalizzazione nei confronti di quel personale. Invece la componente maggioritaria delle OO.SS. della provincia chiede con forza l’immediata applicazione della circolare del Capo della Polizia, mentre “QUALCUNO” adotta la vecchia strategia del quesito Ministeriale, forse con l’astuto intento di dilatarne o posticiparne oltremisura il riconoscimento.

Già al tavolo tecnico l’Amministrazione con le osservazioni di tutte le OO.SS., è chiamata ad emanare circolari con l’obiettivo di fare chiarezza sull’applicazione della normativa in argomento, e l’ultima circolare ha già diramato ogni dubbio interpretativo.

Per questo motivo, ogni ulteriore quesito sarebbe solo la conferma di voler “NON APPLICARE LA CIRCOLARE” con gravissime ricadute su tutti i colleghi e le colleghe interessate.

Signor Questore, non Le scriviamo nuovamente per voler a tutti i costi aver ragione o per farLe dare torto a chi propone strumentali quesiti Ministeriali, ma lo facciamo affinchè non venga ostacolato il normale processo di emancipazione ed affermazione di una conquista storica che ha visto la Questura di Bologna tra quelle realtà apripista. Non potremmo mai consentire che a rimetterci siano proprio quei colleghi maggiormente esposti a turni disagiati, a rischi e ad una evidente penalizzazione indennitaria.

Rimaniamo fiduciosi, conoscendo la Sua terzietà ed imparzialità, che a strettissimo giro verrà trovata la giusta soluzione che darà piena attuazione della Circolare del Signor Capo della Polizia, nell’interesse generale delle lavoratrici e lavoratori di Polizia.

 

Bologna, 12 marzo 2019

 

SIULP                            (LANDINO)
SIAP                               (BRACCIO)
FSP POLIZIA              (TROVATO)
SILPCGIL                     (LERI)
COISP                            (TOMEO)
FED. UIL POLIZIA   (ALESSIO)
CONSAP ANIP          (D’ONOFRIO)

 

Comunicato in versione PDF: Scarica

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top