Contrattazione

Lettera aperta ai colleghi del VII Reparto Mobile

Lettera aperta ai colleghi del VII Reparto Mobile

 

 

Cari colleghi,

quanto accaduto nella giornata di ieri, durante lo svolgimento della verifica semestrale al Reparto Mobile di Bologna, rappresenta una brutta pagina per la storia del sindacato bolognese, una di quelle giornate che lascerà un segno indelebile nelle relazioni sindacali con la Direzione del Reparto Mobile.

Di fatto al momento del nostro intervento, dopo aver fatto una premessa su quello che le altre organizzazioni sindacali avevano esposto e dopo aver sottolineato che la mission del sindacato è di difendere e tutelare i diritti dei lavoratori della Polizia di Stato, una mission alla quale Noi non verremo a meno mai, l’intolleranza e la mancanza di educazione e rispetto da parte di qualcuno hanno preso il sopravvento! Alla nostra delegazione sindacale è stato impedito il sacro santo diritto di parlare e affrontare gli argomenti della verifica semestrale, un diritto che il Dirigente del VII Reparto Mobile non è stato in grado di garantirci!

Un Dirigente, rappresentante della parte pubblica, che non è stato all’altezza o, forse, non ha voluto garantire il libero intervento della nostra Organizzazione Sindacale.

Venendo meno un clima sereno, che dovrebbe sempre caratterizzare riunioni dove l’intento di tutte le sigle sindacali dovrebbe essere quello di lavorare per affrontare e superare le criticità e le problematiche dei poliziotti bolognesi, non ci è rimasta altra scelta che abbandonare il tavolo della verifica e del confronto semestrale. Altri sindacati ci hanno espresso solidarietà e hanno abbandonato il tavolo.

Una decisione coraggiosa! Un segnale forte verso il clima d’intolleranza che qualcuno ha dimostrato di avere verso la Nostra Organizzazione Sindacale.

Forse il nostro modo di fare sindacato, sempre e solo dalla parte dei colleghi, a qualcuno incute timore? Forse qualcuno non ha altre argomentazioni se non quelle dell’arroganza e della presunzione?

Da questa storia a uscirne sconfitti sono, per l’ennesima una volta, i colleghi del Reparto Mobile che a causa dell’irragionevolezza di qualcuno aspettano ancora risposte a tanti problemi!

Noi non ci faremo intimidire e continueremo nella nostra opera di difesa e tutela dei diritti dei lavoratori di Polizia!

Al Dirigente del Reparto Mobile chiediamo, qualora ne fosse all’altezza, di garantire le libertà sindacali e l’agibilità politica anche alla Nostra Organizzazione Sindacale.

 

Bologna, 08 marzo 2019

La Segreteria Provinciale BOLOGNA

 

 

Versione PDF: Scarica

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top