Contrattazione

Lettera aperta al Questore di Bologna

Lettera aperta al Questore di Bologna

 

La UIL Polizia di Bologna non ha mai fatto sconti sulle tematiche relative alla sfera dei diritti, testimone l’ultima nota congiunta inviata al Questore (leggi l’articolo: Sindacati in Questura – Troppe violazioni dell’A.N.Q.), riferita alla pessima gestione degli Uffici, da parte di molti Dirigenti, improntata a logiche conservative e “padronali”.

Tuttavia la UIL Polizia unitamente alle OO.SS. Siulp, Siap, Ugl Polizia di Stato, Silp Cgil, Consap-Anip, prendono le distanze dagli attacchi alla sfera personale del Sig. Questore di Bologna da parte di certi sindacati.

Di seguito la lettera con la quale esprimiamo solidarietà al Sig. Questore.

Gentile Dott. Ignazio Coccia,

come ben sa, quali Organizzazioni Sindacali, che rappresentano la maggioranza delle Poliziotte e dei Poliziotti bolognesi, non abbiamo mai fatto sconti sulle tematiche relative alla sfera dei diritti, testimone l’ultima nota congiunta inviatale, riferita alla pessima gestione degli Uffici, da parte di molti dirigenti, improntata a logiche conservative e “padronali”.

Allo stesso tempo però, siamo fermamente convinti sia necessario tenersi sempre nell’alveo del confronto sindacale, anche se a volte aspro ed acceso, ma pur sempre su tematiche sindacali.

Ecco perché, prendiamo le distanze dagli attacchi offensivi nei suoi confronti che nulla hanno a che fare con una discussione basata su principi di correttezza e rispetto reciproco. Ci teniamo ad evidenziare che ci sono Sindacati e sindacati, dove la differenza non la fanno i toni, le offese, l’arroganza, ma i fatti.

Non vorremmo che, in assenza di contenuti, per il mero gusto di scrivere qualcosa, certi sindacati, usino offendere la sfera personale, nè pensare che dietro questa invasione di campo e caduta di stile, si nasconda una sorta di “Tutela” d’ufficio proprio di quei dirigenti, che quotidianamente calpestano i diritti dei lavoratori di Polizia.

Siamo consapevoli che ha profuso molto impegno ed ha ottenuto notevoli risultati nel campo dell’Ordine Pubblico e del Controllo del Territorio, ma bisogna riconoscere anche che, nel corso del suo mandato, sono stati raggiunti obiettivi sindacali attesi da anni, nonostante le occulte frizioni di qualcuno.

Proprio per questo auspichiamo che non tarderà l’avvio di tutti gli appuntamenti sindacali previsti, dove si potranno affrontare questioni riguardanti il lavoro ed analizzarne gli aspetti maggiormente problematici, sempre in quell’ottica propositiva e costruttiva che ci contraddistingue, con l’unico obiettivo di migliorare le condizioni di lavoro delle donne e gli uomini della Polizia di Stato Bolognese.

Cordialmente

Bologna, 11 luglio 2017

 

La lettera: Distanza offese personali

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top